Torre de’ Roveri, arrestati dopo furto Presi dopo una fuga nei campi

Torre de’ Roveri, arrestati dopo furto
Presi dopo una fuga nei campi

Nella tarda serata del 25 marzo 2016 in Torre de’ Roveri, in via Dante Alighieri, due sconosciuti, non travisati, dopo aver forzato una portafinestra, si sono introdotti nell’abitazione di una donna di 38anni, al momento non presente in casa, rubando tre orologi, di cui uno marca Rolex, nonché vari gioielli in oro ed argento.

Mentre stavano portando a termine il colpo i malviventi sono stati però sorpresi dal fratello e dal padre della vittima, entrambi residenti vicino all’abitazione della donna, e per guadagnare la fuga li hanno minacciati con un cacciavite. Grazie alle immediate segnalazioni al 112, i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M. di Bergamo e della Tenenza Carabinieri di Seriate sono riusciti ad intercettare i malviventi in Albano Sant’Alessandro, mentre stavano tentando di introdursi in altri due appartamenti, ponendosi al loro inseguimento, che si è protratto per diversi minuti, attraverso campi agricoli e scavalcando le recinzioni di diverse abitazioni. I militari sono riusciti a bloccare quasi subito uno di essi mentre il complice, dopo essersi arrampicato sul tetto di una abitazione ed essersi introdotto nel bagno sfondando una finestra, è stato fermato all’interno dello stesso appartamento. I due, identificati in B.V. classe 92 e D.F. classe 88, entrambi nati in Albania, in Italia senza fissa dimora, nullafacenti, con precedenti di polizia, sono stati tratti in arresto in flagranza di reato per rapina in concorso e tentato furto aggravato. Nel corso dell’immediata perquisizione, i militari hanno rinvenuto una parte della refurtiva precedentemente sottratta dall’abitazione della 38enne di Torre de’ Roveri, consistente in tre orologi ed un ciondolo in argento, per un valore complessivo di 10 mila euro, che sono stati restituiti alla donna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA