Ladro processato, torna a casa E ringrazia i carabinieri su Facebook

Ladro processato, torna a casa
E ringrazia i carabinieri su Facebook

Per i carabinieri della Compagnia di Clusone è una «vecchia conoscenza», ma non si aspettavano questa reazione.

È stato arrestato venerdì pomeriggio a Leffe, sul tetto di una villa, mentre staccava una grondaia di rame con un piccone. Y. M., 33 anni di Parre, è molto conosciuto dai carabinieri della Compagnia di Clusone che in passato lo hanno arrestato molte volte per furto. Sabato mattina il giovane è stato processato. Il giudice ha stabilito per lui l’obbligo di dimora a Parre e il divieto di uscire la notte, il processo è stato rinviato. Il pregiudicato, tornato a casa, si è sfogato sul suo profilo Facebook, dove campeggia un fotomontaggio di lui in manette. Non uno sfogo contro i carabinieri, però, anzi un ringraziamento: «Visto che ho saputo che svariati appuntati seguono i miei post su Fb e visto che mi reputo una persona “corretta” vorrei esprimere il mio pensiero: voi sbirri mi state sul c... almeno quanto io sto a voi... il perché lo sapete... ma oggi per la prima volta ho incontrato inverosimilmente, una piccola caserma di provincia con personale veramente di una correttezza impressionante... Per questo vi faccio i miei più vivissimi complimenti... e detto da un delinquentaccio brutto come me... vi può solo che fare onore. Distinti saluti e bacioni stellari da M. Y.».

© RIPRODUZIONE RISERVATA