Si allena in bici, travolto da un furgone Muore a Roma carabiniere di Pradalunga

Si allena in bici, travolto da un furgone
Muore a Roma carabiniere di Pradalunga

Giuseppe Carrara, 52 anni, era originario di Cornale. Si era trasferito nella Capitale, dove prestava servizio nell’Arma come appuntato, molti anni fa.

L’hanno travolto mentre era in sella alla sua bicicletta, lungo la via Aurelia, in località Castel Guido, nei pressi di Roma. È morto così Giuseppe Carrara, 52 anni, appuntato dei carabinieri in servizio nella Capitale e originario di Cornale di Pradalunga. Giovedì 5 settembre il militare si stava allenando (era in tuta da ciclista e aveva una bici professionale) e pedalava in direzione fuori Roma quando, vicino allo svincolo per Fregene, pare si sia spostato sulla destra, forse per evitare i cartelli che segnalavano dei lavori in corso, mentre sopraggiungeva un furgone, che l’ha centrato in pieno. L’impatto è stato violentissimo e per Carrara non c’è stato nulla da fare. L’investitore, un romeno di 22 anni, è indagato per omicidio stradale. L’attenzione della polizia municipale che si occupa del caso è però concentrata anche sui cartelli stradali che segnalavano i lavori: si sta cercando di capire se la loro posizione era regolare . La famiglia di Carrara viveva a Cornale dove, fino a qualche anno fa, il carabiniere tornava per far visita alla madre, bidella in pensione, ora deceduta, così come il papà. Il carabiniere si era trasferita a Roma moltissimi anni fa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA