Calendario facile? Sì, ma non troppo

Calendario facile?
Sì, ma non troppo

Si è esaurito il calendario durissimo, si dice. Dopo Torino e Sassuolo, considerati avversari molto rognosi, e contro cui ha pareggiato, l’Atalanta è caduta contro la Roma al Comunale. Quasi inevitabile, anche se finalmente si è rivista una squadra nerazzurra che ha giocato per vincere. Ma ora, si dice, il calendario è in discesa e i nerazzurri avranno la possibilità di allontanarsi dall’area retrocessione.

Parzialmente è vero, però dando una controllata alle ultime sette giornate del girone d’andata, non è che la squadra nerazzurra sia proprio destinata a fare sfracelli a destra e sinistra. Avrà sì subito due ghiotte chance giocando con altrettante neopromosse, a Empoli e a Bergamo contro il Cesena, ma il resto del calendario non è rilassante. Lazio all’Olimpico, Palermo (sì, una matricola, ma fuori casa ha asfaltato il Milan e stava per fare il bis contro il Genoa) in casa, la rivelazione Genoa a Marassi, il Chievo al Comunale, ed è il terzo jolly da sfruttare, e il Milan a Milano per concludere la fase ascendente.

Riassumendo, l’Atalanta sfiderà tre squadre come Empoli, Cesena e Chievo che sono effettivamente tra le più serie candidate alla retrocessione per debolezza tecnica (insieme al deludente Parma che è seriamente inguaiato pure per problemi societari), dovrà vedersela con un Palermo potenzialmente pericoloso e contro Genoa, Lazio e Milan sembra sfavorita.

Ecco perché il calendario non deve essere considerato la panacea dei mali nerazzurri. Anche perché l’Atalanta - perlomeno sulla carta - è sicuramente superiore, per organico, esperienza e solidità, ad almeno tre o quattro squadre, ma se non risolverà i suoi problemi in fase realizzativa sarà dura piegare anche chi sembra malleabile. Speriamo che «Atalanta in rete» regali ai nerazzurri un po’ di fortuna e soprattutto tanti gol.

Perché senza i gol è impossibile piegare anche Empoli e Cesena. Un Empoli che sarà abbordabile ma è reduce dalla bellezza di sei punti conquistati nelle ultime due giornate (contro Lazio in casa e a Parma). Dei sette turni che ci separano dalla fine del girone d’andata quattro (Empoli fuori, Cesena in casa, Lazio fuori e Palermo in casa) saranno disputate entro la fine dell’anno e prima del calciomercato.... Quanti punti dovrebbe incamerare l’Atalanta per sorridere di nuovo? L’ideale sarebbe sette per puntare a quota 20 a fine d’andata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA