Domenica 30 Settembre 2012

Ruba i gioielli della Madonna
e si nasconde in confessionale

Si è nascosto in un confessionale dopodiché, quando la basilica è stata chiusa, si è diretto nel sacro speco dove non ha avuto remore a rubare i gioielli indossati dalla Madonna e da Giannetta. Il simulacro dell'Apparizione custodito nella basilica del santuario di Santa Maria del Fonte di Caravaggio è stato oggetto, venerdì pomeriggio, di un furto.

A compierlo un uomo che è stato ripreso dalle telecamere rivolte verso lo speco mentre porta via dalla statua della Madonna un collier, degli orecchini e un anello di oro giallo con pietre. Da quella di Giannetta una catena e una fede di oro bianco il cui valore è ancora da quantificare. Il furto è stato scoperto intorno alle 16,30 dal vicerettore don Antonio Aresi recatosi di fronte al simulacro per il Rosario.

«Mi ha insospettito - dice - la corona sopra la statua della Madonna spostata. Poi ho notato che mancavano altri gioielli. Ho sperato che fossero stati tolti per essere puliti. Purtroppo non era così». Tutto è avvenuto nell'orario pomeridiano di chiusura della basilica, fra le 12 e le 14.

Il ladro si è nascosto in uno dei confessionali per poi uscire quando non c'era più nessuno. Le telecamere rivolte verso lo speco lo hanno ripreso la prima volta intorno alle 12,15. Le immagini sono già state visionate dal rettore don Gino Assensi: «Si vede l'uomo fra i 50 e i 60 anni, spostare con facilità il vetro messo a protezione del sacro speco e poi entrare al suo interno dove le telecamere non arrivano a riprendere».

Disappunto il rettore lo esprime anche per il fatto che l'allarme della basilica, collegato a un istituto di vigilanza, per cause in fase di accertamento non è scattato.

Leggi di più su L'Eco di domenica 30 settembre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata