Albino, il mistero del corpo carbonizzato La macchina non era rubata - Foto e video
Il recupero dell’auto (Foto by Fronzi)

Albino, il mistero del corpo carbonizzato
La macchina non era rubata - Foto e video

A dare l’allarme domenica 11 ottobre un passante, residente nella zona: un corpo completamente carbonizzato è stato scoperto ad Albino, nell’abitacolo di una macchina, anch’essa bruciata.

La vettura è una Opel Vectra che non risulta rubata: secondo gli accertamenti la macchina è intestata a un extracomunitario residente in provincia, che fino al tardo pomeriggio di domenica non era stato ancora rintracciato. Si profila molto più difficile, invece, l’identificazione della vittima: il corpo era talmente degradato che non è stato possibile nemmeno stabilire se si tratti di un uomo o di una donna.

L’allarme è scattato nella mattinata in via Santissima Trinità, in una zona boschiva di Albino. Un passante che stava camminando ha notato la vettura e ha subito chiamato le forze dell’ordine e i vigili del fuoco che sono sul posto per le prima indagini.

La Opel Vectra bruciata

La Opel Vectra bruciata
(Foto by Fronzi)

La macchina si trovava, al momento del ritrovamento, nelle vicinanze del fiume Serio e di una cascina dove risiede l’uomo che ha dato l’allarme. Il cadavere era nell’abitacolo.

Accostata su un lato della piccola strada a fondo chiuso, sarebbe andata a fuoco durante la notte ma è stata ritrovata solamente in mattinata.

Sul posto, insieme ai carabinieri, la Scientifica che sta svolgendo i rilievi del caso. Intorno alle 13.30 il corpo è stato portato via dalle pompe funebri. Poco dopo rimossa anche l’auto.

Due pagine su L’Eco di Bergamo del 12 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA