Venerdì 28 Febbraio 2014

Lancio di uova contro Luigi Bresciani

Il segretario della Cgil ferito al labbro

Luigi Bresciani
(Foto by Zanchi)

Momenti di tensione al congresso della Fiom Cgil in corso di svolgimento ad Albino. Durante il suo intervento ai lavori, il segretario generale della Cgil bergamasca, Luigi Bresciani, è stato fatto bersaglio del lancio di un uovo da parte di un delegato, che si è avvicinato al tavolo dei relatori colpendo il segretario.

Bresciani è stato colpito al volto, riportando una ferita al labbro, piccola ma particolarmente sanguinante, data anche la sede anatomica della ferita.

Subito dopo e’ scoppiata una rissa sotto il palco: il lavoratore che ha compiuto il gesto e’ stato attaccato prima verbalmente, poi, appunto, si e’ venuti alle mani e un capannello di delegati ha cercato di dividere le persone coinvolte. Bresciani, cui sanguinava il labbro, non ha lasciato la sala.

Il clima e’ rimasto teso e, all’esterno della sala, e’ scoppiata un’altra rissa. Poco dopo sono intervenute le forze dell’ordine. I lavori del congresso, dopo un comprensibile momento di sbandamento, sono ripartititi con l’intervento dello stesso Bresciani.

I messaggi di solidarietà a Bresciani

«In seguito alla vicenda che oggi ha visto il Segretario generale della Camera del Lavoro locale vittima di un’ingiustificabile, stupida e violenta aggressione, desidero associarmi personalmente e in rappresentanza di Federconsumatori Bergamo a coloro che, senza se e senza ma, hanno espresso solidarietà a Luigi Bresciani».

Umberto Dolci - Presidente Federconsumatori Bergamo

Siamo vicini al segretario provinciale della Cgil Luigi Bresciani, dopo l’assurda aggressione che ha subito oggi. Sindacato per noi è sinonimo di rappresentanza e democrazia, che devono manifestarsi in congressi anche aspri e combattuti, ma sempre sul piano delle idee e mai su quello dello scontro fisico. E’ per questo che ci sentiamo di esprimere la massima solidarietà a Bresciani e a tutta la Cgil.

Gabriele Riva, segretario provinciale Pd

Ho telefonato al segretario della Cgil, Luigi Bresciani, per esprimergli la mia vicinanza e solidarietà. L’aggressione che ha subìto è assurda e inqualificabile, ed è il segno di un clima di tensione preoccupante. Atti di questo genere offendono il processo democratico di una grande organizzazione come la Cgil e vanno condannati con fermezza e senza esitazione.

Antonio Misiani - Deputato Pd

© riproduzione riservata