Mattinata movimentata a Chiuduno Al vigile sequestrato il bastone estensibile

Mattinata movimentata a Chiuduno
Al vigile sequestrato il bastone estensibile

È un episodio che fa discutere quello successo a Chiuduno. Nella tarda mattinata di venerdì 18 settembre, verso le 11, il primo cittadino Stefano Locatelli ha chiesto a due giovani stranieri di allontanarsi dal mercato perché avrebbero importunato le persone presenti.

Inizialmente c’è stata collaborazione, poi la situazione è sfuggita di mano.Tempestivo l’intervento di due agenti della polizia locale. Alla richiesta dei documenti, uno dei due ha spintonato un agente e si sono dati alla fuga. I due sono stati fermati con l’ausilio dei carabinieri di Grumello del Monte, prontamente giunti sul posto che, come da procedura, insieme agli agenti della polizia locale hanno portato i giovani in questura.

Nel pomeriggio i due extracomunitari, che hanno opposto resistenza a pubblico ufficiale e si sono rifiutati di fornire le proprie generalità, sono stati rilasciati e in itinere hanno un deferimento all’autorità giudiziaria. Ma non solo. A un agente del Corpo di polizia locale è stato sequestrato il bastone estensibile distanziatore che aveva alla cintura per verificarne l’effettiva omologazione.

Inoltre il vigile è stato obbligato a nominare un avvocato. Indignato il sindaco Stefano Locatelli che ha tuonato anche su Facebook : «È assurdo che succedano cose del genere quando dovrebbe esserci collaborazione tra enti e istituzioni che operano per il bene e la sicurezza dei cittadini. Noi abbiamo fatto il nostro dovere, rischiando che le cose prendessero una piega ben diversa».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola sabato 19 settembre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA