Lunedì 30 Gennaio 2012

Problemi cani, Federconsumatori:
troppi senza museruola e guinzaglio

Federconsumatori interviene sul caso della 76enne di Monterosso aggredita da tre cani per sottolineare come, secondo l'Associazione, la polizia locale sia lacunosa sul tema latitando per controlli e numero di contravvenzioni. Ecco il comunicato di Federconsumatori.

«Anche nella nostra bella Bergamo in tema di sicurezza, e di rispetto delle regole vigenti, c'è molto da fare. Non è derubricabile a "un caso sfortunato" quanto accaduto alla Signora del Monterosso aggredita da tre cani, di cui uno privo di guinzaglio».

«Basta camminare per il centro città per rendersi conto di quanto siano scarse le misure di prevenzione nei confronti delle possibili aggressioni alle persone da parte di cani. Animali di ogni razza e taglia sono condotti a passeggio privi di museruola; con guinzagli ridicoli, oltre che eccessivamente allungabili in rapporto alla mole del cane allacciato…. E interventi da parte della Polizia locale nemmeno l'ombra».

«Così come sembra sia una missione impossibile fare in modo che i marciapiedi non siano invasi dalle deiezioni canine. A questo proposito sarebbe interessante sapere quante contravvenzioni sono state contestate l'anno scorso, ma anche quelli precedenti, a quei proprietari che non provvedono alla raccolta delle feci del loro incolpevole quadrupede».

«O si aspetta che siano i cittadini a farsi "giustizia" da sé e si mettano a litigare con coloro che già dal comportamento si identificano come persone arroganti che non rispettano le regole del convivere civile? Oppure, peggio ancora, si deve cogliere l'occasione di una donna ferita a causa dell'imbecillità di chi non ha capito come si deve comportare per parlare del problema (due o tre giorni al massimo) e poi lasciar perdere sino al "caso" successivo?».

«Magari la risposta è più semplice: dare disposizioni ai vigili di contestare la mancanza di guinzaglio e museruola e il fatto che la cacca di cane deve essere ripulita dal padrone, non fa molto "notizia"; ci sono cose più importanti, e appariscenti, da fare! Naturalmente saremo tra i primi a congratularci con il nostro assessore alla Sicurezza in caso di inversione della tendenza a lasciar perdere».

Federconsumatori Bergamo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata