Trenord da buttare? Guardate la foto E ai pendolari non resta che piangere

Trenord da buttare? Guardate la foto
E ai pendolari non resta che piangere

Un pendolare non sa se ridere e piangere lunedì mattina 12 gennaio quando si ritrova sui binari e, accanto ai bidoni della raccolta differenziata, scopre una spalliera di un sedile del treno...

Alla faccia della discarica , il messaggio che ne deriva, per chi viaggia con i treni regionali della tratta bergamasca, e lo fa quotidianamente, non è dei migliori. Pessima comunicazione, gesto poco consono e immagine sempre più scadente del nostro trasporto per i viaggiatori e i tanti turisti.

L’immagine potrebbe benissimo finire come foto simbolo della nuova campagna di disturbo congiunto a Trenord e Regione Lombardia messa in atto da un pendolare. Si tratta di un blog, all’indirizzo - molto significativo - «Non ci resta che piangere». «Il servizio continua inesorabilmente a peggiorare e i poveri pendolari sembrano sempre più inerti e impotenti causa il monopolio di Trenord. Davvero sembra che l’unica cosa che ci resti da fare è piangere, ma forse c’è un modo migliore di piangere rispetto ad altri» scrive AroNNe, l’utente che ha attivato il blog.

«C’è una pagina appositamente pensata per i reclami Trenord ed è questa: http://www.trenord.it/it/assistenza/reclami.aspx.Salvatela nei preferiti oppure, visto l’andazzo, potreste metterla come homepage del vostro browser. Se doveste perdere il link, lo potete cercare su trenord.it, nel footer del sito, cioè nel piede di pagina del sito. Ogni volta che il vostro treno farà ritardo anche solo di 5 minuti, verrà cancellato, avrà una carrozza gelida, senza luce, oppure con temperatura tropicale ecc... compilate la form di reclamo che trovate nella pagina sopra menzionata. Fatelo ogni volta che riscontrate qualche problema. Non serve dilungarsi troppo, perdere tempo in fronzoli. Scrivete solo il numero di treno, l’orario e il problema. Vi arriverà una mail di avvenuta ricezione del reclamo, non cestinatela che potrebbe servire: da contratto con la regione, sono obbligati a rispondere entro 30 giorni. Non lo faranno? Segnaliamo la cosa alla regione, ci sarà qualche sanzione se il contratto non viene rispettato (non mi sono ancora informato a riguardo). E proprio perché Trenord ha stipulato un preciso contratto con la regione, vi chiederei di mandare una mail a questi indirizzi (copiando e incollando il testo che avete scritto nella precedente form): regionali_in_treno@regione.lombardia.it; alessandro_sorte@regione.lombardia.it; segreteria_presidente@regione.lombardia.it. in questo modo anche la regione sarà costantemente informata sui disservizi di Trenord». Provare per credere.

Nell’attesa il lunedì su rotaia dei pendolari bergamaschi è iniziato come da copione...

,


© RIPRODUZIONE RISERVATA