Via Carnovali e Borgo Palazzo Quasi 200 alloggi da completare

Via Carnovali e Borgo Palazzo
Quasi 200 alloggi da completare

In una città alle prese con una crescente emergenza abitativa, 197 alloggi popolari aspettano da anni di essere completati.

Il restauro delle case Aler di via Carnovali è partito il 19 giugno del 2003 e avrebbe dovuto concludersi entro il 30 giugno 2007: più di sette anni dopo, i lavori sono ancora in corso. Già un anno fa l’ex commissario Aler Narno Poli aveva espresso la speranza di vedere l’opera conclusa entro la fine del suo mandato (dicembre 2013), ma è rimasto deluso. In via Borgo Palazzo è andata anche peggio: si è cominciato nel 2005 a costruire 107 nuovi appartamenti e non si è ancora finito. Due storie tormentate e parallele di cui ancora non si intravede il lieto fine, se non con uno sforzo di ottimismo.

La vicenda di via Carnovali partì con il piede sbagliato. La ditta vincitrice del primo appalto fu estromessa quasi subito per inadempimenti assortiti. Subentrò la Emini di Aversa, che però ben presto gettò la spugna perché dissanguata dalle estorsioni della camorra. Gli ultimi operai se ne sono andati nel 2008, abbandonando materiale vario nel cantiere, tra cui una ruspa. E’ stato necessario riappaltare i lavori: ad aggiudicarseli (con il 53% del ribasso) è stata la Seli di Monza, che ha iniziato a lavorare nell’aprile 2012. La consegna dei 90 alloggi era prevista per la fine di luglio 2013, ma l’Aler ha concesso alcune proroghe, l’ultima fino a novembre 2014.

Travagliata anche la storia del cantiere di via Borgo Palazzo, dove sono previsti 107 alloggi. I lavori, affidati in origine a una ditta di Palermo, iniziarono nel 2005 per fermarsi dopo pochi mesi.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 7 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA