Villongo, il 15enne al giudice dopo la lite «Mi ha minacciato: mi sono difeso»
Il luogo dell'aggressione a Villongo (Foto by San Marco)

Villongo, il 15enne al giudice dopo la lite
«Mi ha minacciato: mi sono difeso»

«Continuava a minacciarmi e aggredirmi verbalmente insultandomi. Impugnava una bottiglia: mi sono difeso». Così il 15enne che ha aggredito il carrozziere a Villongo.

Lo ha spiegato davanti al giudice del Tribunale dei minori, alla presenza del suo difensore, l’avvocato Rocco Lombardo, che lo ha interrogato mercoledì per la convalida del provvedimento disposto dalla Procura dei minori.

«Da diverso tempo ogni volta che quell’uomo mi incrociava mi accusava di aver forato le gomme della bici di suo figlio: gli ho sempre risposto che non avevo fatto nulla del genere, ma lui mi ha sempre insultato e aggredito a parole - ha spiegato il 15enne, incensurato -. Sabato pomeriggio è successo di nuovo: lui però impugnava una bottiglia di birra, è nata una colluttazione». Durante la quale il carrozziere 49enne è rimasto gravemente ferito: è ancora in prognosi riservata.

Il giudice, viste anche le dichiarazioni della scuola frequentata (volte a dimostrare che si tratta di un ragazzo serio e attento, ben inserito), ha disposto che il giovane resti come misura cautelare in una comunità.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 9 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA