Geoskylab insegna il futuro «Fate i pilota di droni»
Carlo Facchetti titolare dell startup Geoskylab

Geoskylab insegna il futuro
«Fate i pilota di droni»

Carlo Facchetti, bergamasco, 41 anni, è stato pilota di linea della AirDolomiti, gruppo Lufthansa. Poi nel 2011 la svolta. Anzi la grande virata. Catturato dal mondo del volo fin da quando aveva 16 anni, Facchetti a un certo punto decide di mettere in piedi lui una sua “flotta” area. E annuncia: fate i pilota di droni. Ecco la sua storia nella VIDEO INTERVISTA

Dal mondo visto dalla cabina di pilotaggio di un Embraer 195, al mondo filmato con gli occhi di un’ottica montata sotto la pancia di un drone. Il filo conduttore è semplice: entrambi questi apparecchi del cielo sono veri gioielli di tecnologia ed elettronica, mezzi d’avanguardia.

Già, perché prima di mettersi ai comandi del suo ultimo drone creato in laboratorio,Carlo Facchetti, bergamasco, 41 anni, è stato pilota di linea della AirDolomiti, gruppo Lufthansa. Poi nel 2011 la svolta. Anzi la grande virata. Catturato dal mondo del volo fin da quando aveva 16 anni, Facchetti a un certo punto decide di mettere in piedi lui una sua “flotta” area.

Ma di droni, le nuove macchine volanti di ultima tecnologia, un mercato in forte e costante crescita anche all’estero (in Italia nel 2015 il giro d’affari è di 350 milioni), applicazioni quasi infinite e in gran parte ancora inimmaginabili. La rivoluzione ruota intorno a un sistema innovativo (la geometria aerodinamica) che consente di mantenere il drone sempre stabilizzato sui tre assi. Una piattaforma stabile, validissima per obiettivi e dispositivi ottici. Uno strumento innovativo per riprese aeree di alta qualità e validissimo per filmati, il cinema, la fotografia professionale, i rilievi tecnici per architetti, urbanisti, geometri, geologi (per creare mappe e realizzare modelli 3D), fino alle applicazioni in agricoltura e addirittura per le forze dell’ordine, come strumenti di sorveglianza e sicurezza.

«L’ho chiamata la rivoluzione silenziosa dei droni – spiega Facchetti – proprio per quanto cambierà il nostro modo di vivere e di lavorare». E infatti in silenzio per quattro anni Facchetti ha costruito la sua startup, Geoskylab. L’ha fatta crescere nell’incubatore d’impresa di Bergamo Sviluppo puntando a progettare e sviluppare servizi e tecnologia aerea. E ora annuncia: «Fra tutti i mestiere nel futuro spicca il pilota di droni». Ascolta la video intervista

© RIPRODUZIONE RISERVATA