Martedì 01 Dicembre 2009

Brembo si espande in Cina:
nasce un nuovo polo produttivo

Brembo si espande in Cina. L'azienda italiana (leader mondiale della tecnologia degli impianti frenanti a disco per veicoli) e Donghua Automotive Industral, società del gruppo Saic (il primo produttore cinese di auto e veicoli commerciali) hanno siglato oggi un'intesa preliminare per l'acquisto di impianti e macchinari di fonderia, per un valore di 8,5 milioni di euro, al fine di realizzare un nuovo polo produttivo integrato di Brembo a Nanchino, comprensivo di fonderia e stabilimento di lavorazione per pinze e dischi freno, per auto e veicoli commerciali.

A questo scopo, si legge in una nota, Brembo ha costituito una nuova società, controllata al 100% e denominata Brembo Foundry Nanjing, con capitale sociale di 100 milioni di yuan (pari a circa 10 milioni di euro). L'accordo entrerà in vigore a partire dal 15 gennaio 2010, dopo il conseguimento delle autorizzazioni finali da parte delle Autorità cinesi preposte. Il polo produttivo sarà operativo a partire dai primi mesi del 2010 e comprenderà nuovi impianti di lavorazione, con l'obiettivo di sviluppare un sistema industriale integrato in grado di offrire al mercato cinese sistemi frenanti di alta qualità e ad alto contenuto tecnologico.

Per far fronte alla continua crescita del mercato cinese dell'automotive, confermata anche per i prossimi anni, Brembo effettuerà ulteriori investimenti per la fonderia di circa 20 milioni nel periodo 2011-2014. Nello stesso periodo la JV Brembo Nanjing Brake System (70% del Gruppo Brembo e 30% di Donghua) effettuerà investimenti per 20 milioni al fine di ampliare gli impianti produttivi esistenti.

e.roncalli

© riproduzione riservata