Domenica 25 Aprile 2010

Regione, obiettivo lavoro:
convocati gli «Stati generali»

Nuovi interventi di sostegno a favore di tutti i settori produttivi, per creare nuovi posti di lavoro. È il primo l'obiettivo che la Regione Lombardia - dopo la nomina venerdì scorso della nuova Giunta - vuole centrare. Per questo lunedì, 26 aprile, ha convocato al Pirellone i rappresentanti di banche, organizzazioni imprenditoriali (industria, agricoltura, piccole imprese, artigianato e commercio), Camere di Commercio, sindacati e alcune singole imprese. Insomma tutti i soggetti protagonisti del mondo economico e imprenditoriale

In totale, anche per una analisi approfondita della situazione economica e occupazionale della Lombardia e per una verifica puntuale sull'efficacia delle misure anti-crisi decise dalla Regione tra 2009 e 2010, si siederanno una settantina di esperti, per dare vita agli  «Stati generali dell'economia e del lavoro».

«Ho voluto convocare gli Stati generali dell'economia lombarda come primo atto dopo la mia proclamazione ufficiale e dopo aver composto la Giunta - spiega il presidente Formigoni - per sottolineare che i temi del lavoro, dell'impresa e dello sviluppo sono e saranno centrali fin da subito nell'azione del nostro governo. Il metodo continuerà ad essere quello lombardo della sussidiarietà, della corresponsabilità e del coinvolgimento. Da qui un incontro al quale parteciperanno tutte le componenti sociale ed economiche della Lombardia per un'analisi della situazione, la valutazione comune dei risultati scaturiti dal tanto che abbiamo fatto negli scorsi mesi e il confronto per una spinta ulteriore».

Parteciperà all'incontro anche il vicepresidente e assessore regionale all'Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione, Andrea Gibelli.

r.clemente

© riproduzione riservata