Auchan, 29 esuberi a Bergamo Sabato sciopero e protesta

Auchan, 29 esuberi a Bergamo
Sabato sciopero e protesta

Una giornata di protesta nazionale, sabato 9 maggio, contro la procedura di mobilità aperta dal gruppo Auchan.

Una decisione connessa alla dichiarazione di 1.426 esuberi a fronte di 11.422 dipendenti in 51 sedi in Italia. Per Bergamo, gli esuberi sono 29, tutti concentrati nel supermercato di via Carducci, che attualmente ne occupa circa 220. Uno sciopero di otto ore che, in provincia di Bergamo, anche con presidio dalle 10 alle 12, coinvolgerà gli occupati nel punto vendita di Bergamo.

«La mobilitazione – spiega Alberto Citerio, segretario generale di Fisascat Cisl Bergamo -, prende spunto anche dal recente annuncio del colosso della grande distribuzione alle controparti relativo al recesso dall’accordo integrativo dell’ottobre 2007 e da tutte le intese ad esso riconducibili, oltre che dalle prassi applicate, dal prossimo luglio. Lo sciopero è stato accolto con favore dalle assemblee dei lavoratori, che in questi giorni si sono susseguite ne tre centri commerciali della provincia». Otre a quello del capoluogo, Curno e Antegnate, per un totale di oltre 500 dipendenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA