Atalanta faccia a faccia con la bestia nera Contro la Spal per continuare a volare

Atalanta faccia a faccia con la bestia nera
Contro la Spal per continuare a volare

Il momento della bestia nera. Tanti troppi motivi per cui la sfida dell’Atalanta alla Spal, in programma allo stadio di Bergamo alle 15, è una di quella che i nerazzurri devono assolutamente vincere ed il momento di farlo è davvero quello giusto.

Di fronte la bandi di Gasperini si trova la formazione più fallosa della Serie A, quella che contro i nerazzurri dal ritorno in Serie A ha conquistato due pareggi e un successo. Appunto, quella vittoria ferrarese del girone d’andata deve essere vendicata, essendo stato senza dubbio il peggior momento stagionale di Gomez e compagni, dominati e battuti in avvio di stagione da un avversario che correva a mille all’ora sulle ali dell’entusiasmo.

Siamo al ritorno e le cose sono nettamente cambiate, con un’Atalanta lanciata verso l’Europa e una Spal in leggera in difficoltà, ancora costretta a guadagnarsi punti salvezza grazie anche al contributo di quei ragazzi che con Bergamo hanno avuto a che fare. In attacco i ragazzi di Semplici avranno Petagna e probabilmente anche Paloschi, mentre a centrocampo ci sarà il figlio d’arte Mattia Valoti. Mister Gasperini ha ricordato così il grande contributo dei primi due per una formazione che ha raggiunto l’Europa due volte.

«A noi hanno dato tantissimo, sono stati grandi protagonisti di quei campionati: Petagna risolvendo i match con Crotone e Napoli il primo anno ha dato la svolta, Kurtic in quella stagione giocava con lui e il Papu in attacco. Petagna si è fatto prendere dal fatto che segnava poco, si è demoralizzato, ma con noi è arrivato in Nazionale, me li sento legati sempre per quello che abbiamo vissuto insieme. Prima della partita lo stadio li deve applaudire, la gente è riconoscente ai giocatori».

Chi andrà in campo tra le file nerazzurre resta il rebus di sempre e lo stesso mister Gasperini non ha voluto anticipare nulla in sala stampa, pur facendo capire che i subbi sono ancora due, avendo a disposizione l’intera rosa. In attacco Ilicic e Pasalic sono in ballottaggio, ma il favorito è il primo, permettendo così a Papu Gomez di giocare nella posizione che lo sta rimettendo in gran forma e al centro della manovra atalantina. Dietro c’è solo l’imbarazzo della scelta, con Mancini e Djimsiti in ballottaggio, senza dimenticarci di Masiello. Sarà anche la sfida tra i due bomber: da una parte Petagna, dall’altra Zapata. Inutili ora i confronti tra i due, ma chi in autunno ha rimpianto Petagna ora è costretto a fare mea culpa.

Le probabili formazioni

Atalanta (3-4-1-2): 1 Berisha; 2 Toloi, 6 Palomino, 23 Mancini; 33 Hateboer, 15 de Roon, 11 Freuler, 21 Castagne; 72 Ilicic, 91 Zapata, 10 Gomez. A disp.: 95 Gollini, 31 Rossi, 7 Reca, 8 Gosens, 19 Djimsiti, 5 Masiello, 41 Ibanez, 44 Kulusevski, 88 Pasalic, 22 Pessina, 99 Barrow. All. Gasperini.

Spal (3-5-2): 2 Viviano; 4 Cionek, 23 Vicari, 14 Bonifazi; 29 Lazzari, 8 Valoti, 6 Missiroli, 16 Kurtic, 33 Costa; 43 Paloschi, 37 Petagna. A disp.: 1 Gomis, 17 Poluzzi, 5 Simic, 13 Regini, 24 Dickmann, 16 Valdifiori, 28 Schiattarella, 11 Murgia, 45 Nikolic, 7 Antenucci, 10 Floccari. All. Semplici.

Arbitro: Massa di Imperia


© RIPRODUZIONE RISERVATA