Atalanta - Frosinone: out Palomino Dubbi su Barrow o Zapata in attacco
Atalanta, dopo l’Europa League esordio in campionato (Foto by Magni)

Atalanta - Frosinone: out Palomino
Dubbi su Barrow o Zapata in attacco

Primo match di campionato per i nerazzurri contro il Frosinone: la conferenza stampa di Gasperini.

Si riparte, appuntamento allo stadio di Bergamo lunedì 20 agosto alle 20,30 per la prima sfida in campionato dell’Atalanta contro la neopromossa Frosinone. In porta ci sarà Gollini, Palomino è out, così come naturalmente Ilicic e il dubbio in attacco è tra Zapata e Barrow, in un tour de force che vedrà nuovamente in campo l’Atalanta a Reggio Emilia giovedì 23 per l’andata del preliminare decisivo per accedere all’Europa League.

«In questo momento penso solo al Frosinone – ha affermato in sala stampa il tecnico Gian Piero Gasperini –, il Copenaghen viene dopo, sono due partite ravvicinate, giocare al lunedì però non è stata la cosa migliore. La qualificazione a prescindere te la giochi là, abbiamo questo piccolo svantaggio di giocare la seconda gara in trasferta, è evidente che l’attenzione all’Europa è fondamentale, dà un risalto alla stagione, andare ai gironi per il nostro ambiente sarebbe determinante, comprendiamo l’importanza di questo turno».

Naturalmente sarà fondamentale non sottovalutare la formazione ciociara che nel corso dell’estate si è rafforzata per cercare di centrare una storica salvezza.

«È la prima di campionato, in casa, abbiamo sempre fallito l’esordio nelle stagioni precedenti, un successo darebbe spinta al campionato e un modo per affrontare al meglio l’Europa, non la prenderemo sotto gamba, il torneo italiano è difficile e nella prima parte è rodaggio per tutti. Giocare per i tre punti è sempre un’emozione particolare, non è mai facile contro una neopromossa che ha cambiato tanto, ma ci sarà squadra attenta, concentrata che vorrà fare subito bella figura, serve qualità contro queste squadre per aprire le loro difese. Sarei contento di vincere anche 1-0, soffrendo, mi andrebbe bene: non partiamo dalla presunzione di vincere le partite nettamente, sarà importante fare i 3 punti e naturalmente giocare un buon calcio». Alzare l’asticella? Lo vedremo solo strada facendo è stato il primo commento di Gasperini, che giudica così il calciomercato estivo della Serie A e la corsa all’Europa della sua Atalanta.

«Abbiamo 6 squadre davanti e devi sperare che almeno una sbagli la stagione e poi ce ne sono altrettante che si giocano quel posto che una di queste magari non riesce a raggiungere: quest’anno l’intenzione di tutti è stata rafforzarsi e puntare in alto, leggendo i numeri è stato vivace, forse anche grazie all’effetto Ronaldo. E’ sicuramente positivo che il mercato sia finito prima del via del campionato, Higuain al Milan e Caldara sono stati un bel colpo, penso poi all’Inter, Torino, Fiorentina, ma anche a scendere, come la Spal e il Frosinone, hanno fatto acquisti interessanti».

Impossibile non parlare del più fantasioso atalantino, lo sloveno Ilicic, ancora in ospedale, una grave perdita per il tencico piemontese, soprattutto in chiave Europa. «E’ un peccato, è una grande perdita in questo momento, soprattutto per la Coppa, in quelle partite è determinante, si è complicata questa situazione, deve riuscire a risolvere al più presto possibile il problema, sono veramente dispiaciuto, aveva fatto una preparazione straordinaria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA