Mercoledì 21 Maggio 2014

Colantuono, corsa ai record

Obiettivo battere Mondonico

Colantuono
(Foto by Magni Paolo Foto)

Altro che sindrome del quarto anno (consecutivo). Non solo Stefano Colantuono ha sfatato il tabù: in 107 anni di storia nessun allenatore è rimasto per quattro anni consecutivi sulla panchina dell’Atalanta senza retrocedere (o essere esonerati prima della retrocessione). Prima di lui ci avevano provato, fallendo l’obiettivo, Corsini, Titta Rota, Sonetti, Mondonico e Vavassori.

No, non solo. Colantuono da ieri è anche l’allenatore che siede da più tempo sulla stessa panchina in serie A: tre anni. Come Conte (Juve). Guidolin era a quattro all’Udinese. Dietro Colantuono e Conte ci sono Donadoni (Parma) con due anni e tre quarti, poi Montella (Fiorentina) e Ventura (Torino) a due anni.

E, soprattutto, Colantuono è sempre più vicino a Mondonico nella classifica storica degli allenatori dell’Atalanta. O meglio: l’attuale tecnico nerazzurro è già davanti per punti conquistati, numero di vittorie e gol segnati, ma è ancora dietro per numero di stagioni (sei contro sette), e di conseguenza per partite giocate: gliene mancano 10 per raggiungere il tecnico di Rivolta in campionato.

Mondo, 295 gare totali. Cola a -42

Mondonico per il momento resta però ben davanti per presenze assolute: 295 (246 di campionato, 10 in Europa, 39 in Coppa Italia) contro le 253 di Colantuono (236 di campionato, 17 in Coppa Italia). Per raggiungere il Mondo l’attuale tecnico nerazzurro avrebbe quindi bisogno di tutto il prossimo campionato più quattro turni di Coppa Italia: visto i l regolamento tre sono prevedibili, per il quarto servirebbe un’impresa.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 maggio

© riproduzione riservata