Domenica si corre il Gp di Monza: sono oltre 40 mila firme per salvarlo

Domenica si corre il Gp di Monza:
sono oltre 40 mila firme per salvarlo

Sono oltre 40.000 le firme raccolte a sostegno del Gran Premio di Monza, e sono in continuo aumento. Lo ha spiegato il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni.

Maroni ha incontrato i giornalisti alla conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2015 del Gran Premio d’Italia di Formula 1 in programma, domenica 6 settembre, all’Autodromo nazionale di Monza.

«Le firme - ha detto il governatore della Lombardia - sono in questi libri che domenica consegnerò a Ecclestone a dimostrazione di come la gente tenga a Monza».

Per quanto riguarda la gara tutti i dettagli sono sul sito ufficiale del Gran Premio, con date e gli orari.

«Ci stiamo impegnando al massimo - scrive su Facebook il senatore monzese di Forza Italia, Andrea Mandelli - perché a Monza resti la Formula 1 e venga mantenuto, anche nei prossimi anni: un Gp che da sempre affascina gli appassionati di tutto il mondo per storia, tradizione e gloria. Alla vigilia della sua ottantaseiesima edizione, il Gran Premio d’Italia continua ad essere un fiore all’occhiello del nostro sport e una imprescindibile opportunità di crescita per l’intero territorio. Non possiamo e non vogliamo perderlo».

«Ora l’impegno deve continuare, tutti insieme, per mandare al Presidente Ecclestone un messaggio forte: il Gp di Monza non si può cancellare!».

Sebastian Vettel

Sebastian Vettel

«Ho un sacco di bei ricordi ed emozioni legati a Monza e per me è sempre bello tornarci e farlo con la Ferrari lo renderà ancora più speciale»: sono le parole di Sebastian Vettel al sito ufficiale della Ferrari nella settimana del gran premio di Monza, il primo del tedesco alla guida della rossa.

«Non è un tracciato faticoso dal punto di vista fisico, ma questo non vuol dire che sia semplice - ha aggiunto il tedesco - si affrontano lunghi rettilinei ed è importante saper gestire l’impianto frenante, perché si arriva alle staccate ad alta velocità. Le caratteristiche di questo tracciato richiedono un assetto a basso carico aerodinamico e questo rende la vettura più difficile da controllare».

«Sono molto curioso di guidare su questo circuito - ha aggiunte Vettel - sia perché quest’anno la power unit è più potente, sia perché ci sono sempre tantissimi tifosi: non vedo l’ora di incontrarli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA