Remer, obbligatorio battere Roma Lentsch: «Una Comark d’assalto»
Emanuele Rossi (Remer)

Remer, obbligatorio battere Roma
Lentsch: «Una Comark d’assalto»

I trevigliesi (blindato coach Vertemati fino al 2020) alla caccia di punti per l’obiettivo playoff, comarkini per blindare il secondo posto.

Vietato perdere per la Remer nella sfida di domenica 2 aprile al «Pala Facchetti» (alle 18) con la Virtus, seconda squadra di Roma. Ad esigerlo la qualificazione agli ambiti playoff. L’ultimo Ko casalingo contro il fanalino di coda Reggio Calabria ha un po’ frenato la corsa il team: superando il team capitolino tutto (o quasi) si sistemerebbe di nuovo. Da qui l’importanza della gara, con i tifosi chiamati a sostenere la squadra. Disponibili i dieci titolari. Nell’attesa, una buona notizia: coach Adriano Vertemati ha rinnovato il contratto sino al 2020. La sua permanenza a Treviglio, nonostante fosse richiesto da club che vanno per la maggiore, è garanzia di continuità per il lancio dei giovani e grandi risultati.

Esultanza della Comark

Esultanza della Comark

«Da qui alla fine della regular season voglio vedere una Comark al top della condizione. A cominciare da domenica a Faenza». Così ha tuonato il presidente Massimo Lentsch nella puntata settimanale di «Zambasket» a Bergamo Tv. Come dargli torto, visto che nel giro di un paio di mesi il team cittadino si giocherà il salto in serie A2? Quello di Lentsch è un forte e chiaro messaggio ad un roster costruito appunto per salire di categoria. Quanto alla trasferta in Emilia (pronti via alle 18) si tratta di un impegno di media portata. In forse l’ acciaccato Berti, assente pure mercoledì nel turno infrasettimanale vinto contro Vicenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA