Sartori: «Nessun dubbio sul mister Un centrocampista per gennaio»

Sartori: «Nessun dubbio sul mister
Un centrocampista per gennaio»

Passate le tre partite in otto giorni, tocca alla società. Pur partendo da lontano, il d.t. Giovanni Sartori fa il punto della situazione: la classifica, Denis, il mercato, il summit e la posizione di Colantuono.

Direttore, a che punto siamo? «Siamo a nove, nove punti in dieci partite... Scherzo, francamente anch’io come tutti dopo 10 partite pensavo di avere qualche punto in più. E lo pensavo anche dopo le prime sei, viste le prestazioni».

È un’Atalanta Barricadera. «Ma no, nel calcio ci sono modi diversi per cercare di vincere. Alla Zeman, attacco a oltranza, o alla Gasperini, che sa attaccare senza punte. L’Atalanta ha scelto la via della concretezza».

Una sconfitta rispetto alle attese. «È un adattamento. A fine mercato abbiamo perso Bonaventura e Consigli, Gomez non l’abbiamo ancora visto, Estigarribia è fuori causa. Stiamo cercando un’identità. Si sta facendo di necessità virtù».

L’allenatore? «Nessuno ha mai avuto dubbi sull’allenatore».

Bisognerà fare mercato. «L’ideale per una società è non dover mai intervenire a gennaio, ma vista la situazione è già chiaro che noi lo dovremo fare. E a inizio mercato».

Servono un attaccante e il sostituto di Estigarribia. «Calma. Io mi riferisco alla necessità di prendere un centrocampista, con quali caratteristiche dipenderà dal modulo base che deciderà il mister».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 4 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA