Atb, arrivano le emettitrici a bordo Biglietto (più caro) con carta di credito

Atb, arrivano le emettitrici a bordo
Biglietto (più caro) con carta di credito

Da domenica parte l’installazione: sono in tutto 224. Ma fare il biglietto a bordo costerà più che comprarlo a terra.

Da domenica 5 marzo Atb avvia l’installazione delle 224 emettitrici a bordo di autobus e tram. I primi dispositivi attivi saranno utilizzabili da lunedì 6 marzo sui 14 tram della linea T1 Bergamo – Albino e progressivamente anche su tutti gli autobus che ogni giorno viaggiano in città e nei 29 comuni serviti da Atb L’installazione di tutte le emettitrici, una per ogni autobus e due per ogni tram, è prevista nei prossimi giorni. Il nuovo servizio di vendita consente di acquistare a bordo i biglietti orari del sistema tariffario Atb, secondo le tariffe deliberate dall’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale: 1 zona 1,50 euro (contro gli 1,30 dell’acquisto a terra) con validità 75 minuti; 2 zone 2 euro (invece di 1,8) con validità 75 minuti; 3,4,5 zone ed Airport Bus 3 euro con validità 120 minuti.

emettitrici

emettitrici
(Foto by Dino Nikpalj)

L’acquisto dei biglietti è semplice ed intuitivo: basta infatti selezionare la tariffa, inserire le monete da euro 0,10 - 0,20 - 0,50 - 1 - 2 o pagare con carte bancarie abilitate sui circuiti Visa e Mastercard. L’emettitrice non dà resto e il biglietto acquistato a bordo è già convalidato. In caso di emettitrice fuori servizio è necessario, prima di salire a bordo, acquistare il biglietto alle rivendite autorizzate o con l’app AtbMobile; il monitoraggio online di ciascun dispositivo consente all’azienda di minimizzare i tempi di intervento per il ripristino di eventuali anomalie. L’investimento per l’acquisto delle 224 emettitrici è pari a 485.192 euro: una spesa interamente sostenuta da Atb, la prima azienda italiana di trasporto pubblico ad utilizzare emettitrici di bordo che accettano il pagamento con carte bancarie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA