Bergamo, Procura indaga sui conti Lega Salvini: «Nulla da trovare né da cercare»
La manifestazione della Lega a Roma, Matteo salvini sul palco (Foto by RICCARDO ANTIMIANI)

Bergamo, Procura indaga sui conti Lega
Salvini: «Nulla da trovare né da cercare»

La notizia riportata dal quotidiano La Stampa in edicola lunedì 10 dicembre. L’ipotesi sarebbe quella di finanziamento illecito ai partiti . La replica di Salvini.

La Procura di Bergamo ha aperto un fascicolo sulla Lega, a scriverlo il quotidiano torinese, La Stampa in edicola lunedì 10 dicembre. La magistratura bergamasca avrebbe ipotizzato il reato di finanziamento illecito ai partiti e l’indagine che vede indagato il tesoriere del nuovo Carroccio targato Matteo Salvini, Giulio Centemero, sarebbe partita dopo la trasmissione dal Tribunale di Roma degli atti sul sostegno dell’imprenditore Luca Parnasi all’associazione «Più Voci», che ha sede proprio a Bergamo e sarebbe riferibile appunto al Carroccio. Massimo il riserbo degli inquirenti sull’indagine che è alle battute iniziali.

«Ognuno faccia il suo lavoro. Non c’è nulla da trovare né da cercare. Spero facciano in fretta». Così ha risposto il ministro dell’Interno e vicepremier, Matteo Salvini, arrivando nella sede di Assolombarda, a Milano, ai giornalisti che gli hanno chiesto della notizia dell’indagine a carico del tesoriere della Lega, Giulio Centemero, per finanziamento illecito ai partiti, da parte della Procura di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA