«Disconnessi e felici», soprattutto a tavola Smartphone sottochiave all’hamburgeria

«Disconnessi e felici», soprattutto a tavola
Smartphone sottochiave all’hamburgeria

Arriva anche a Bergamo la BLACKphonebox, la scatola per mettere a tacere lo smartphone a tavola. La singolare iniziativa ha riscosso molto successo all’hamburgeria di Eataly a Torino e presto sarà anche sui tavoli del locale bergamasco, in via Sant’Orsola.

Ma che cos’è la BLACKphonebox? E’ una semplicissima e normalissima scatola nera in cui «rinchiudere» il proprio smartphone per un periodo limitato di tempo pur mantenendolo sempre con sé. È un modo per allontanare distrazioni digitali (sms, social, internet, whatsapp) durante pranzi o cene e di connettersi con quello che si sta mangiando, con le origini delle materie prime e con chi ci sta di fronte andando quindi a valorizzare gli aspetti umani e terreni a scapito dei rapporti digitali. «Mangiare, oltre a essere una necessità, è un piacere da condividere con chi ci sta vicino; spesso l’essere sempre connessi con il resto del mondo ci fa dimenticare questo aspetto – si legge nella nota stampa -. E’ per questa ragione che abbiamo inventato la BLACKphonebox. Non è una campagna contro l’uso degli smartphone o del web (tutti i nostri locali sono dotati di wi-fi), ma è semplicemente un suggerimento per un loro migliore uso e un utilizzo più consapevole.

Non c’è niente di obbligatorio e impegnativo, è semplicemente un gioco che i clienti possono liberamente decidere se aderire o meno. Ovviamente chi aderisce e accetta di sposare la causa “Disconnessi, dolci e felici” avrà un premio che sarà rappresentato dall’aggettivo “Dolci” posto nello slogan di presentazione. Infatti all’interno della scatola, la cassiera del punto vendita, la sola detentrice delle chiavi di tutte le BLACKphonebox, oltre agli smartphone metterà dei biscotti a marchio Eataly che potranno essere gustati solamente al riaprirsi della scatola e cioè nel momento in cui i clienti rientreranno in possesso dei loro smartphone e quindi torneranno a essere on-line».


© RIPRODUZIONE RISERVATA