Lite col vicino, spara alla casa Ma nel buio colpisce il cane

Lite col vicino, spara alla casa
Ma nel buio colpisce il cane

È successo in Val Brembilla, l’uomo voleva solamente spaventare, era a 50 metri di distanza. Denunciato pregiudicato di 54 anni, sequestrate le armi (della mamma).

Nella lite tra vicini di casa ci è andato di mezzo il cane. Un volpino, per la precisione, ferito di striscio da una fucilata sparata da 50 metri di distanza. Avrebbe potuto andare molto peggio, se nel giardino ci fosse stato un bambino. Chi ha sparato è stato denunciato dai carabinieri della Compagnia di Zogno per maltrattamento di animale, porto abusivo di armi e multato per esplosione in luogo pubblico. Nei guai è finito un uomo di 54 anni, con precedenti di polizia, residente in zona.

Tutto è successo mercoledì 20 settembre, verso le 19, a Val Brembilla. L’uomo era a casa dei genitori quando ha litigato con il vicino, un anziano ultrasettantenne, che ha una casa con giardino a una cinquantina di metri di distanza. Secondo gli accertamenti dei carabinieri, i due avevano litigato nel corso della giornata per motivi di vicinato. Poi erano rientrati nelle rispettive abitazioni ma alle 19, calato il buio, il 54enne ha imbracciato il fucile da caccia della madre e ha sparato un unico colpo in direzione della casa del vicino.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 22 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA