Ponte dell’Immacolata, boom di tedeschi Turisti +10%, è  l’«effetto Donizetti»

Ponte dell’Immacolata, boom di tedeschi
Turisti +10%, è l’«effetto Donizetti»

Turisti in crescita per il Ponte che apre il periodo delle festività natalizie. Permanenza media di due-tre giorni, molti gli appassionati richiamati in città dall’opera.

Si apre sotto i migliori auspici il fine settimana dell’Immacolata che tradizionalmente dà un po’ il là al periodo delle feste. E Bergamo torna così a vestire i panni della città turistica. Lo dicono i dati delle prenotazioni negli alberghi, in crescita del 10% rispetto all’anno scorso.

Il trend, dunque, si conferma e ad approfittarne sono innanzitutto gli albergatori. «La permanenza media è di due o tre giorni e la clientela di riferimento è internazionale, in particolare dal Nord Europa – sottolinea Giovanni Zambonelli, presidente del Gruppo Albergatori Ascom –. La stagione che celebra Donizetti sta avendo un grande successo, in particolare per i tedeschi, grandi amanti dell’opera».

Bergamo sempre più attrattiva, dunque, anche per il turismo culturale. «Sta cambiando la percezione esterna della città – dice l’assessore comunale alla Cultura e al Turismo Nadia Ghisalberti – e questo grazie al fatto che si possono trovare iniziative di grande attrattività. La Donizetti Opera e la mostra di Raffaello che aprirà a fine gennaio sono due esempi. Basti pensare che per gli spettacoli donizettiani il 40% dei biglietti sono stati venduti a cittadini stranieri».

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 8 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA