Treni, serie di guasti e cancellazioni Pendolari inviperiti: «Vergogna»

Treni, serie di guasti e cancellazioni
Pendolari inviperiti: «Vergogna»

«Ieri guasto agli scambi....oggi guasto al treno....domani? Vergogna». Così si è sfogato su Twitter uno dei tanti pendolari bergamaschi.

È stato un inizio di venerdì di passione per chi si doveva spostare, per lavoro o per studio, da Bergamo a Milano o viceversa. Tutto è iniziato con il treno delle 6,53 da Bergamo per Milano Porta Garibaldi. Prima è stato annunciato un ritardo di 15 minuti (tra l’altro una delle vetture era completamente gelata), poi è stata Trenord a confermare che il convoglio sarebbe stato soppresso.

E mentre i passeggeri si lamentavano che sul convoglio 10802 una carrozza era rimasta chiusa, è arrivata la conferma che anche il treno delle 7,23 da Bergamo per Milano Garibaldi aveva problemi: partenza ritardata di mezz’ora e carrozze strapiene per la soppressione del convoglio precedente.

A cascata i successivi problemi: 30 minuti di ritardo per il treno delle 8,31 da Milano a Bergamo. Soppresso per guasto anche il treno delle 9,02 da Bergamo a Milano, cancellato il treno delle 10,10 da Milano per Bergamo perché il treno corrispondente non aveva viaggiato per guasto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA