Da Lallio al debutto nelle Marche La storia di S. Bernardino a «vignette»

Da Lallio al debutto nelle Marche
La storia di S. Bernardino a «vignette»

«Orazione».Il progetto di Alessandro Bottelli. Anteprima del Festival del giornalismo culturale. Gli affreschi di Baschenis rivisitati da Giannelli.

Da Lallio a Urbino. Domani sera l’antica chiesa di San Bernardino degli Zoccolanti di Urbino ospiterà la narrazione musicale «Orazione», con le musiche originali e le vignette di Emilio Giannelli ispirate al ciclo di affreschi dedicati alla vita del Santo custoditi nella quattrocentesca chiesa di Lallio. Questo lavoro poetico-artistico-musicale, ideato e scritto dal bergamasco Alessandro Bottelli, ha compiuto un anno. Dopo essere stato rappresentato oltre che a Lallio, anche a Caravaggio, Tavernola, Paladina, Modena e Siena, «Orazione» fa ora tappa nella città marchigiana, come anteprima della quinta edizione del Festival del giornalismo culturale di Urbino Pesaro Fano. L’esecuzione acquista uno speciale valore in quanto proprio Urbino fu una delle tre città, insieme a Siena (città di provenienza del Santo) e a Ferrara, che offrirono a Bernardino la cattedra di vescovo, ogni volta rifiutata per umiltà.

«Orazione», una vera e propria narrazione musicale per quintetto vocale, voce solista e chitarra, trae ispirazione dagli undici episodi della vita del santo toscano narrati negli affreschi firmati nel 1564 da Cristoforo Baschenis il Vecchio (antenato del più celebre Evaristo, pittore di nature morte con strumenti musicali) e custoditi nella quattrocentesca chiesa di Lallio, la prima a lui dedicata e monumento nazionale dal 1912. «Un gioiello della nostra provincia ancora poco conosciuto», commenta Bottelli, poeta, scrittore e organizzatore di eventi culturali. Nel corso dell’esecuzione verranno proiettate proprio le immagini del ciclo di affreschi di Baschenis che illustrano episodi della vita di San Bernardino, intervallate dalle vignette d’arte create da Emilio Giannelli, alle quali sono stati abbinati altrettanti Sonetti in versi scritti dal poeta Luca Zanini che, a loro volta, «interpreteranno» le tavole del disegnatore.

Cinque i compositori coinvolti nella stesura delle musiche originali: l’organista Riccardo Castagnetti, il chitarrista Michele Gentilini, i pianisti Giordano Bruno Ferri, Fabio Locatelli e Ludovico Pelis. I «quadri» sonori illustrano vicende relative alla grande esperienza umana e spirituale del frate francescano, creando un percorso reso ancora più accattivante dalle spiegazioni affidate alle voci dei cantanti. «Orazione» è anche una vera e propria rivisitazione dell’immagine del santo, nell’intento di stabilire punti di contatto con la complessa attualità dei nostri giorni. A questo servono le vignette del noto disegnatore satirico Emilio Giannelli, che reinterpreta gli episodi della vita del santo secondo una prospettiva moderna, mettendo idealmente il predicatore a diretto contatto con alcuni personaggi della scena politica del nostro tempo.

«Orazione» sarà eseguito a Urbino nella rinascimentale chiesa di San Bernardino, voluta da Federico da Montefeltro come luogo di sepoltura suo e dei suoi successori. L’interpretazione è affidata ad AltreVoci Ensemble – una formazione vocale molto duttile e di recente costituzione, specializzata nell’esecuzione di musiche a cappella, con particolare predilezione per il repertorio moderno e contemporaneo – e alla voce solista di Elena Biagioni, accompagnata dal chitarrista Michele Gentilini. Le parti recitate saranno curate dall’attrice Federica Cavalli. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Parrocchia e l’Associazione Libera Musica di Lallio e prodotta dall’agenzia «Come un fior di loto». «Speriamo di continuare a riproporre “Orazione” in tante altre sedi – racconta l’autore Alessandro Bottelli -, magari anche sfruttando il passaparola: siamo arrivati a Urbino grazie all’interessamento di uno spettatore che aveva apprezzato lo spettacolo a Modena. Continueremo a girare l’Italia, proprio come San Bernardino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA