Maltrattamenti: 94 denunce da gennaio Sono già 35 dalla morte di Marisa

Maltrattamenti: 94 denunce da gennaio
Sono già 35 dalla morte di Marisa

C’è un boom di denunce per maltrattamenti e stalking a Bergamo, almeno secondo i dati forniti dalla Procura, confrontando i fascicoli aperti per quelle fattispecie di reato nel periodo dal primo gennaio al 12 febbraio 2018 e il dato grezzo sulle denunce nello stesso periodo di quest’anno.

Più del doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quasi tre al giorno negli ultimi dieci giorni, a partire da sabato 2 febbraio, la sera del delitto di Curno, lo spartiacque nel boom delle denunce: c’è un prima e un dopo rispetto alla morte di Marisa Sartori, forse c’è un prima e un dopo nel risveglio delle coscienze e nella decisione che ora è il momento di uscire allo scoperto.

Il confronto tra i dati relativi al 2018 e quelli riferiti al 2019 rivela un incremento da allarme rosso. L’anno scorso, nel periodo dal primo gennaio al 12 febbraio, le denunce arrivate in Procura e i relativi fascicoli aperti per i reati-spia del femminicidio, maltrattamenti e atti persecutori (il cosiddetto stalking) sono stati 45. Un anno dopo, dal primo gennaio al 12 febbraio di quest’anno, le «iscrizioni» delle notizie di reato sono state 94, più del doppio rispetto a 12 mesi prima. E negli ultimi dieci giorni, dal 2 al 12 febbraio, le denunce arrivate in Procura sono state 35.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 15 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA