Passi col rosso? Vistared non perdona A Dalmine oltre 2 mila multe in tre mesi
L’incrocio dove è attivo il dispositivo

Passi col rosso? Vistared non perdona
A Dalmine oltre 2 mila multe in tre mesi

All’incrocio tra la 525 e via Vittorio Veneto il dispositivo «Vistared» ha staccato oltre 2.000 multe in poco più di tre mesi. La polizia locale: fino ad ora un solo errore, di trascrizione.

Non si parla d’altro a Dalmine nelle ultime settimane. Anche perché la multa non è certo poca cosa: 163 euro - che aumentano se l’infrazione è commessa nelle ore serali - più una decurtazione di ben 6 punti dalla patente (e una riduzione del 30% se si paga entro 5 giorni). «Lo strumento è molto preciso - spiega il comandante della polizialocale di Dalmine, Aniello Amatruda - grazie a 4 sensori posti a terra sulla linea di stop. E multa solo se il conducente oltrepassa i sensori quando il semaforo è rosso. I filmati e le foto vengono inviate a noi che li visioniamo, accertiamo l’infrazione e mandiamo la contravvenzione. L’unico errore riscontrato, per ora, infatti è stato nostro: abbiamo sbagliato a trascrivere una targa, ovviamente abbiamo subito annullato la contravvenzione». Il consiglio della polizia locale è sempre quello: se non si è certi della multa, richiedere le foto (anche via mail a poliziamunicipale@comune.dalmine.bg.it), se ancora permangono dubbi ci si rechi di persona per vedere il filmato completo. Tutti i dettagli su L’Eco di Bergamo del 3 settembre.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 3 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA