Tizzani, è il giorno della difesa Omicidio di Seriate: le tappe del caso

Tizzani, è il giorno della difesa
Omicidio di Seriate: le tappe del caso

I sopralluoghi del Ris di Parma nella villetta di piazza Madonna delle Nevi a Seriate erano stati numerosi. E i carabinieri avevano concluso che nella casa dov’era stata uccisa, la notte del 26 agosto scorso, Gianna Del Gaudio, 63 anni, non c’erano tracce di estranei.

Conclusioni già in parte contestate dalla difesa del marito della donna, l’ex ferroviere Antonio Tizzani, 68 anni, unico indagato, ma a piede libero, nell’inchiesta. E martedì 4 aprile a Seriate sarà proprio il giorno della difesa: il legale del marito, l’avvocato Giovanna Agnelli, e il genetista Giorgio Portera, consulente scientifico di parte, hanno effettuato e a loro volta dei sopralluoghi di natura scientifica - e non solo - nella villetta a schiera di tre piani, compreso l’interrato, nella cui cucina l’ex professoressa era stata uccisa, sgozzata con un fendente da un killer che l’ha sorpresa alle spalle.

Lo stesso Portera è un ex ufficiale del Ris e sa come muoversi sulla scena di un crimine, anche se sono passati più di 7 mesi. Durante i quali anche lo stesso Tizzani, accompagnato dal suo legale, era già tornato alcune volte nella villetta, ma sempre assieme ai carabinieri, durante i sopralluoghi svolti per conto della procura. Il marito della vittima - che ha sempre accusato del delitto uno sconosciuto, incappucciato ed entrato furtivamente in casa - non parteciperà al sopralluogo: così ha deciso il pool difensivo.

Abbiamo ricostruito tutte le tappe della vicenda in questa timeline.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 4 aprile 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA