Una serata con i Vot di Torre Boldone «Con noi in campo i furti sono calati»

Una serata con i Vot di Torre Boldone
«Con noi in campo i furti sono calati»

I dati, dopo due anni e mezzo, sono la loro cartina tornasole e anche un po’ l’orgoglio. È dal novembre del 2014 che i Vot – i «Volontari osservatori del territorio» – sono attivi a Torre Boldone, e questa è la data spartiacque delle statistiche.

Da gennaio a ottobre 2014, i furti in appartamento sul territorio del comune furono 119; da gennaio a ottobre del 2015, invece, i «colpi» sono scesi a 34, cioè -71% (fonte Prefettura). In attesa dei dati relativi al 2016, il lavoro dei Vot prosegue: e «se arrivare a quota zero è impossibile, perché un dato minimo è pur sempre fisiologico, pur presumendo che i furti siano calati anche lo scorso anno», spiega Claudio Sessa, sindaco di Torre Boldone, negli ultimi tempi l’orizzonte si è spostato anche su un versante più «sociale». «Siamo partiti all’inizio con l’idea di cercare di proteggere le nostre case: siamo intervenuti quando vedevamo persone scavalcare cancelli, o quando sono partite segnalazioni che poi si sono rivelate fondate, nei confronti di persone già ricercate dalle forze dell’ordine. Ma siamo anche impegnati nel sociale – spiega Rino Tomaselli, coordinatore dei Vot – aiutando persone con problemi psicologici, anziani deboli che si erano momentaneamente smarriti per le vie del paese. Il nostro è un servizio di comunità».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 28 maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA