Devastate due idroambulanze a Predore: «Gesto ignobile e premeditato» - Le foto
Le idroambulanze devastate a Predore

Devastate due idroambulanze a Predore: «Gesto ignobile e premeditato» - Le foto

I due mezzi servivano per la stagione estiva sul lago d’Iseo. Raccolta fondi al via per riparare i mezzi.

Due idroambulanze della Croce Rossa Italiana, del Comitato di Bergamo Hinterland, sono state danneggiate e affondate, nella notte tra il 4 e il 5 luglio, al Porto Ponecla di Predore. Lo denuncia la Croce Rossa Italiana la quale, parlando di «gesto ignobile e premeditato» precisa che i due mezzi si apprestavano ad entrare in servizio per la stagione estiva sul lago di Iseo. Un atto vandalico accaduto solo pochi giorni dopo l’incidente sul Garda in cui sono morti Umberto Garzarella e Greta Nedrotti, per la cui morte oggi è stato arrestato un turista tedesco.

«A soli due giorni dell’inaugurazione della sede a Carzano, su Montisola, in condivisione coi colleghi di Camunia Soccorso, Croce Rossa è amareggiata e indignata», è spiegato in una nota.

«Come presidente regionale non riesco a capacitarmi di un simile gesto ma soprattutto chi possa trarne vantaggio —, commenta la presidente lombarda Sabina Liebschner —. Tutti i vertici regionali e locali auspicano che questa volta i responsabili possano essere individuati e puniti. In un momento in cui tutti desideriamo ritornare alla normalità, dopo mesi e mesi di restrizioni, affondare due mezzi di soccorso destinati al pattugliamento del lago a tutela dei bagnanti e dei naviganti, cittadini e turisti, è un enorme danno per tutta la Comunità e il territorio».

La Croce Rossa, attraverso i propri canali social, ha lanciato una raccolta fondi chiedendo una mano per riparare i mezzi attraverso una donazione:

IBAN IT92J0569611100000011455x35

CRI – Comitato Bergamo Hinterland, causale “OPSA”


© RIPRODUZIONE RISERVATA