Mercoledì 05 Marzo 2014

Iscrizioni, boom al liceo Sarpi

In crescita anche gli istituti tecnici

Il boom del liceo classico Paolo Sarpi, il consolidamento in generale degli altri licei, ma anche la continua e significativa crescita degli istituti tecnici. Un panorama variegato quello delle iscrizioni alle classi prime degli istituti superiori cittadini che sembra comunque confermare quelle che sono le tendenze in atto da alcuni anni nella nostra scuola.

Da un lato, infatti, i licei continuano a mantenere il fascino, e la speranza, che l’istruzione superiore che apre le porte all’università sia garanzia di un futuro lavorativo più soddisfacente e remunerativo.

D’altro, però, gli istituti tecnici continuano a conquistare una fetta sempre più ampia di studenti attirati dallo stretto contatto che queste scuole hanno nel tempo allacciato con le realtà produttive del nostro territorio.

Così se il liceo Sarpi può vantare un vero e proprio boom di iscritti, che passano dai 136 dell’anno scorso agli attuali 201, anche una scuola come l’Istituto Natta può vantare un significativo incremento:«Continuiamo ad aumentare i nostri iscritti sia per l’indirizzo chimico sia per quello delle scienze applicate – ha dichiarato la dirigente del Natta, Maria Amodeo –. Quest’anno infatti formeremo, rispetto all’anno scorso, una classe in più di entrambi gli indirizzi. La nostra scuola è sempre più riconosciuta come un istituto specializzato nel settore biotecnologico e chimico. Finalmente – sottolinea la preside – i tecnici, dopo la liceizzazione della riforma Gelmini, tornano ad essere il nerbo della scuola italiana. Una scuola, in questo caso, sempre più vicina e attenta alle richieste del mondo del lavoro».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 5 marzo

© riproduzione riservata