Telelaser, serve una doppia indicazione Annullata una multa da 822 euro

Telelaser, serve una doppia indicazione
Annullata una multa da 822 euro

Dal tribunale di Trento arriva una buona notizia per gli automobilisti, un po’ meno buona sul fronte della sicurezza. La segnaletica che indica la presenza del telelaser deve essere collocata anche sulla corsia di sinistra, altrimenti la multa è nulla.

Questo perché, ha deciso il giudice, l’automobilista intento nella manovra di sorpasso non è in grado di vedere il cartello posto a destra della carreggiata in quanto coperto dal veicolo sorpassato.

Le postazioni di rilevamento elettronico della velocità devono essere ben visibili e pertanto servono due cartelli invece che uno, proprio per avvisare il conducente intento nella manovra di sorpasso.

In assenza di doppio segnale quando la carreggiata è a doppia corsia la multa del telelaser è nulla. Ê quanto deciso con la sentenza n° 856/15, pubblicata dalla sezione civile del Tribunale di Trento: e questo nonostante l’automobilista andasse a 170 l’ora, ben 80 chilometri sopra oltre il limite fissato su quel tratto della statale del Brennero.

Il giudice di pace aveva confermato la sospensione della patente, il taglio di dieci punti e la multa di 822 euro. Mentre il Tribunale ribaltando la sentenza ha interpretato il comma 6 bis introdotto all’articolo 142 Cds dall’articolo 3 del decreto legge 117/07, secondo cui le postazioni del rilevamento elettronico della velocità devono essere preventivamente segnalate agli automobilisti.

È stata la stessa foto prodotta dal Comune,osserva Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, a far scattare l’annullamento del verbale: dall’immagine emerge come il cartello che segnala la postazione di controllo sia rivolto verso la laterale destra, vale a dire verso la strada che si immette nella statale percorsa dal veicolo sanzionato; in questo caso, scrive il giudice, i cartelli devono essere due, uno alla destra e uno alla sinistra della stessa carreggiata.

E se il cartello serve a segnalare la presenza della postazione di rilevamento, devono vederlo tutti i guidatori: quelli che marciano più a destra ma anche coloro che percorrono la corsia di sorpasso. Non ha senso distinguere fra segnali fissi e mobili, come invece ha sostenuto il Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA