Sofia Goggia, brutta caduta nel SuperG: si teme una distorsione, esami al ginocchio - Foto

Nella gara di domenica 23 gennaio a Cortina l’azzurra, dopo un errore in una curva che l’ha costretta a sterzare bruscamente, è caduta. La campionessa si è rialzata lentamente da sola e si è rimessa gli sci tornando al traguardo. I primi controlli: «Presunta distorsione al ginocchio sinistro», le sue condizioni saranno valutate nel tardo pomeriggio dai medici della Fisi.

Sofia Goggia, brutta caduta nel SuperG: si teme una distorsione, esami al ginocchio - Foto
La caduta di Sofia Goggia
(Foto di Ansa/Andrea Solero)

Grande spavento per Sofia Goggia, caduta nel SuperG di Campionato del mondo di Cortina d’Ampezzo a pochi giorni dalle Olimpiadi di Pechino. La campionessa si è rialzata lentamente da sola, si è rimessa gli sci tornando al traguardo. Spaventose le immagini tv al replay che mostrano una rotazione anomala del ginocchio. Controlli medici per scongiurare ogni problema in vista dei Giochi invernali al via il 4 febbraio.

Sofia Goggia è scesa a valle da sola sui propri sci, allargando le braccia nei confronti del pubblico al traguardo che l’applaudiva incoraggiandola. Poi, in una tenda, i primi controlli medici. L’azzurra, dopo un errore in una curva che l’ha costretta a sterzare bruscamente è caduta poco più avanti per le punte degli sci che le si sono divaricati facendola rovinare nella neve.

La sciatrice bergamasca ha riportato una «presunta distorsione del ginocchio sinistro» , e le sue condizioni saranno valutate nel tardo pomeriggio a Milano dai medici della Federsci. È questo l’esito dei primi controlli, secondo quanto fa sapere la Fisi. L’azzurra ha lasciato zoppicando la tenda al traguardo in cui è stata sottoposta ad una prima visita: camminava lentamente e dolorante appoggiandosi con le braccia sulle spalle di due componenti della squadra italiana.

Elena Curtoni intanto comanda il SuperG. L’azzurra, scesa con il pettorale 5, ferma il cronometro sul tempo di 1’20”98, che vale la prima piazza provvisoria dopo 30 pettorali (dei 59 al via). Seconda posizione momentanea per l’austriaca Tamara Tippler (+0”09), davanti alla svizzera Michelle Gisin (+0”24). Appena fuori dal podio c’è Federica Brignone, quarta e a soli 32 centesimi dalla connazionale. Lontane dalle prime posizioni Marta Bassino e Nicol Delago, rispettivamente 21esima e 22esima, mentre Francesca Marsaglia non termina la propria gara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA