Orio, nuove rotte: dopo 5 mesi di test  Modifiche ai «nodi» Colognola e Treviolo

Orio, nuove rotte: dopo 5 mesi di test
Modifiche ai «nodi» Colognola e Treviolo

Sono state proposte durante la riunione della Commissione aeroportuale che si è volta martedì 14 novembre. La prima è stata avanzata dal gruppo tecnico istituito a settembre, la seconda da Provincia e Comune di Bergamo.

Nuova rotta Prnav e nuova 220: per sistemare i nodi che avevano causato più problemi alla sperimentazione (in corso da quasi cinque mesi) delle nuove procedure di decollo dall’aeroporto di Orio al Serio sono arrivate ieri sul tavolo della commissione aeroportuale due proposte di modifica.

A Colognola: il comune di Bergamo aveva proposto la rotta Prnav per evitare che venisse sorvolato il quartiere, ma le compagnie aeree non riuscivano a rispettarla con precisione. A un gruppo tecnico formato da Enac, Enav, Sacbo e piloti era stato quindi dato il compito, a fine settembre, di studiare migliorie. Che sono state trovate, modificando leggermente il tracciato della rotta (eviterà comunque Colognola) e semplificando i parametri da inserire nei computer di bordo, così da renderla praticabile. Dall’altra parte il territorio ad ovest della città: per superare quello che Gori aveva definito un «malinteso» sul tracciato visionato e applicato, il vicepresidente della Provincia (e sindaco di Treviolo) Pasquale Gandolfi, con il pieno supporto del Comune di Bergamo, ha presentato uno studio condotto dal settore ambiente di via Tasso che propone alla Commissione aeroportuale una modifica della rotta 220.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 15 novembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA