Sarà un’Atalanta giovane  ma pronta per l’Europa (e non solo)

Sarà un’Atalanta giovane
ma pronta per l’Europa (e non solo)

Percassi ha ribadito a Bergamo Tv che la rosa sarà all’altezza delle sfide nazionali e continentali

È il caso di ripetersi, ma non fa mai male visti i tempi. Non rientrerebbe nella logica se la dirigenza atalantina privilegiasse il «far cassa» indebolendo di conseguenza l’ organico. Che senso avrebbe allora aver inseguito e centrato il sogno europeo, figlio di un quarto posto da record? È la razionalità a portarci a pensare che la rosa della prossima stagione sarà in grado di fare egregiamente fronte sia al campionato che all’Europa League.

Lo stesso Antonio Percassi, in Tutto Atalanta di lunedì scorso su Bergamo Tv, ha del resto più volte sottolineato l’importanza di entrambi gli obiettivi. D’accordo, fin qui si è sacrificato sull’altare del mercato Kessie e, praticamente, Conti. Ma tranquilli, adeguati sostituti sono da tempo sul taccuino del direttore sportivo Giovanni Sartori, numero uno del mercato nerazzurro. E attenzione a non storcere la bocca davanti a Cornelius, Gosens, Haas e Schmidt, oppure alla trattative per Berge e Alioski, perché in questi anni il mercato nerazzurro ci ha abiutuato a sorprese: del resto, chi conosceva De Roon al suo arrivo in nerazzurro? E pure Hateboer sembra promettere bene. Senza contare che nei giri di mercato potrebbero rientrare giocatori che piacciono tanto a Gasperini, come Kucka o Bertolacci.

Poi c’è la questione Papu Gomez. Riteniamo difficle la sua partenza, nonostante le offerte non manchino, anzi. E che dire dell’impresa di aver blindato mister Gian Piero Gasperini? Ricordiamo che un anno fa, di questi tempi, c’era in corso un arroventato toto allenatori per nulla rassicurante. Cominciare, invece, il ritiro di Rovetta con un mister che può riproporre gran parte dei suoi giocatori rappresenta sicuramente un valore aggiunto. In altre parole la squadra, conoscendo a memoria il credo calcistico del tecnico piemontese, potrà presentarsi ai blocchi di partenza già pronta, evitando magari l’inizio decisamente difficile dello scorso torneo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA