Trenord:  Bergamo-Brescia, un problema  I pendolari: «La situazione è indecente»

Trenord: Bergamo-Brescia, un problema
I pendolari: «La situazione è indecente»

L’ultima volta che sulla tratta sono stati rispettati i parametri di puntualità è stato a settembre 2017. Il Comitato dei pendolari bergamaschi: «La società ha ammesso le criticità della linea, ora verrà attivato un confronto ad hoc per trovare soluzioni».

L’ultima volta che ha rispettato gli standard di puntualità era settembre. Ma del 2017. E dopo due anni ininterrotti di bonus – a fine mese verranno ufficializzati i dati relativi allo scorso settembre, con conseguente erogazione dello sconto del 30% a dicembre – anche Trenord si è arresa e ha preso atto che, sì, la Lecco-Bergamo-Brescia è un problema. Molto serio. «Trenord ammette che questa è una delle linee più critiche di tutta la Lombardia. Verrà attivato un confronto ad hoc per trovare soluzioni a una situazione veramente indecente per una linea che dovrebbe collegare due dei capoluoghi di provincia più produttivi d’italia», si legge nel post pubblicato sul profilo Facebook dei pendolari bergamaschi.

Dai dati illustrati alla V Commissione regionale due settimane fa, la Lecco-Bergamo-Brescia registra un indice di puntualità del 68,32%. Magra consolazione, il dato è pure in miglioramento di 7,8 punti rispetto al 2018. Peggio in Lombardia ci sono solo altre quattro linee: Brescia-Piadena-Parma, Domodossola-Gallarate-Milano, Asso-Seveso-Milano e l’imbattibile Verona-Brescia-Treviglio-Milano con il 60,92% di media di puntualità.


Leggi l’articolo di Dino Nikpalj acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di giovedì 7 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA