Martedì 19 Ottobre 2004

Isidoro Maestroni, poesia e ricordi in mostra

«Poesia e ricordi nel tempo» è il titolo della personale che il pittore Isidoro Maestroni presenta al Circolo artistico bergamasco e nella quale espone una quarantina di opere ispirate principalmente al paesaggio, alle scene di genere e alla natura morta.

Da sempre impegnato ad ispirarsi alle bellezze della sua terra bergamasca, Isidoro Maestroni da diversi anni a questa parte rivela una sempre maggior progressività nell’uso del cromatismo e nell’interpretazione dei soggetti da lui presi in esame.

I colori del nostro ambiente sono da Maestroni vivacizzati da tonalità brillanti, basate soprattutto sui contrasti e sugli accostamenti degli arancioni e dei rossi carminio che danno alle immagini un aspetto quasi trasognato e trasfigurato ma oltremodo originale e personale.

È, questo, il mezzo indispensabile per qualificarsi, e Maestroni vi riesce. In tale contesto acquistano valore i paesaggi avvolti in atmosfere idilliache e coinvolgenti, senza inutili ripetitività e di volta in volta espressione di un intimismo che sa di schietta poesia. Poesia che si rivela con singolari rievocazioni di tempi lontani, quelli dell’infanzia e della fanciullezza del pittore, vissuti di persona in antiche aie di case contadine dove le mamme stavano a sferruzzare accanto alle culle dei loro bambini tra carretti e attrezzi agricoli, oppure di famiglie che, nelle lunghe serate d’inverno, si raccoglievano nelle stalle al tepore che veniva dalle mucchie legate alla mangiatoia.

Ricordi d’un tempo che più non ritorna ma che Isidoro Maestroni quasi rimanda alla storia con «racconti» di epoche passate intrise di affetti e, pure di povertà pur sempre accettata con rassegnazione e con decoro.

Paesaggi e scene di genere, quindi, che suscitano curiosità ed emozione, l’una e l’altra da Maestroni riproposte con «il calore» delle sue pennellate che pure nelle nature morte si snodano con la sicurezza del disegno e la giusta impostazione compositiva. Ne vengono dei dipinti che vale la pena osservare e contemplare attentamente.

Informazioni utili

Durata della mostra: fino al 28 ottobre.

Orari: tutti i giorni eccetto il lunedì dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.

Circolo artistico bergamasco, via Tabajani 4, Bergamo.

(19/10/2004)Lino Lazzari

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags