Incidente mortale sull’Asse Salgono a cinque gli indagati

Incidente mortale sull’Asse
Salgono a cinque gli indagati

Non solo il conducente del furgone sul quale viaggiava il papà 30enne e l’autista del camion di una ditta di recupero rottami di Rovetta tamponato dal furgone. Ci sono altri tre indagati per il terribile schianto di martedì scorso sull’Asse interurbano.

È un atto dovuto, per permettere ai soggetti coinvolti nel drammatico incidente di prendere parte agli eventuali atti irripetibili d’indagine che la procura riterrà di dover compiere. Ma a distanza di tre giorni dal terribile tamponamento a catena che ha provocato la morte di Munir e il ferimento di due persone, il pm Giancarlo Mancusi ha iscritto altre tre persone sul registro degli indagati. Si tratta del conducente del trattore tagliaerba dell’impresa Seriana Verde di Alzano Lombardo che stava lavorando su alcuni arbusti a lato della carreggiata. Dell’autista del furgone della Provincia che si trovava a una quindicina di metri dal trattore tagliaerba e a cui faceva da scudo e del dipendente del Servizio viabilità della Provincia che stava segnalando il cantiere mobile alle spalle del furgone della Provincia. Per tutti l’ipotesi di reato è omicidio stradale in cooperazione.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 31 agosto 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA