La fiaccolata in ricordo di Marisa «Non smettere mai di sorridere»

La fiaccolata in ricordo di Marisa
«Non smettere mai di sorridere»

Tantissime persone hanno partecipato alla fiaccolata organizzata a Curno e Mozzo per ricordare Marisa Sartori, la venticinquenne uccisa sabato 2 febbraio nel garage sotto casa dei genitori, a Curno, dall’ex marito

Curno e Mozzo si fermano per ricordare Marisa, la giovane di 25 anni uccisa sabato 2 febbraio. Tantissime persone si sono ritrovate alle 20.30 di fronte al negozio di parrucchiera dove Mary Sartori lavorava e dove già martedì scorso, giorno del suo ventiseiesimo compleanno, alcuni conoscenti avevano lasciato davanti alla saracinesca abbassata per il lutto due rose bianche e un biglietto. «Non smettere mai di sorridere» - si legge su uno striscione con la foto della giovane.

La fiaccolata si è diretta poi verso Curno e i partecipanti hanno raggiunto via IV Novembre, la casa dove la parrucchiera viveva con i genitori e la sorella Deborah (ferita, ma ora fuori pericolo).


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 12 febbraio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA