L’idea dalle favole per le sue bimbe Michelle Hunziker diventa scrittrice

L’idea dalle favole per le sue bimbe
Michelle Hunziker diventa scrittrice

Lole nella Valle dell’Emme è il titolo della favola di Michelle Hunziker che si lancia anche in questo nuovo ruolo. E se Bergamo è un po’ la sua seconda casa, come più volte ha detto, la Svizzera è la prima: è qui che ha ambientato la storia, con le illustrazioni di Anna Merli.

È una splendida mattina nella valle dell’Emme tra le verdi montagne del Cantone di Berna, nel cuore della Svizzera. La baita di Hans, il casaro, e di sua figlia Lole è inondata dalla luce del sole. Lole è una bambina fortunata: vive in una valle alpina verde e rigogliosa, in una bella baita vicina al caseificio di famiglia che papà Hans conduce entusiasta producendo formaggi di altissima qualità. Lole ama gli animali, soprattutto Greta, la simpatica mucca che la sveglia ogni mattina; vive in armonia con la natura conoscendone i ritmi lenti ma è anche figlia dei suo tempi che vorrebbero il mondo a portata di smartphone. Una mattina si sveglia e, a trovarla per le vacanze, è arrivato dalla città il cugino Nicolas, un pasticcione che pensa che il latte arrivi dal frigorifero e che Lole aveva conosciuto solo su Skype: sarà lei a svelargli i segreti della sua valle e ad iniziarlo ai valori di una vita avventurosa e sana.

Lole nella Valle dell’Emme è il primo libro di una serie che avrà come protagonista la piccola Lole, creata dalla penna briosa di Michelle Hunziker. Ispirato ai racconti che ogni sera la showgirl svizzera inventa per le sue bambine, il libro vuole avvicinare i più piccoli al mondo della natura. I valori che Michelle ha imparato da bambina, i ricordi della valle in cui ha trascorso l’infanzia, gli episodi divertenti legati a quegli anni, rivivono infatti nelle avventure che la piccola protagonista vivrà in queste pagine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA