Lorenzo e il suo cane Red Traversata a nuoto per sfidare il diabete

Lorenzo e il suo cane Red
Traversata a nuoto per sfidare il diabete

Se hai undici anni, una passione sfrenata per il nuoto e ad aiutarti un amico a quattro zampe «speciale», nemmeno il diabete ti può fermare. Lorenzo Corti, di Dalmine, diabetico da quando aveva sette anni e in cura all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, ha lanciato la sfida.

Domenica, accompagnato dal suo cane «Magic Red», attraverserà il ramo lecchese del lago di Como da Onno a Mandello Lario. Un’ora e mezza di traversata, dalle 9,30 del mattino, che il ragazzo farà insieme a Monica Priore, nuotatrice diabetica e cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana; Cristiano De Battista, triatleta ironman diabetico, e anche Leo Callone, nuotatore e recordman.

Con loro ci sarà anche Red, l’Australian Kelpie di Lorenzo: un supporto davvero speciale. Grazie all’associazione «Progetto Serena Onlus» Magic Red è stato addestrato nell’ultimo anno e mezzo ad essere un «cane allerta diabete», ossia in grado di segnalare con anticipo innalzamenti o abbassamenti del valore degli zuccheri nel sangue del bambino «consentendo di intervenire prima che la crisi si manifesti – spiega Patrik Renzi, educatore cinofilo, preparatore di Red e referente territoriale del Progetto Serena – quando i livelli di glicemia nel sangue cambiano cambia infatti anche l’odore. Una variazione che riesce ad essere fiutata dal cane anche 20 o 30 minuti prima che si verifichino casi di ipo o iperglicemia». «Funziona – spiega Roberto Corti, papà del piccolo nuotatore – a patto di non considerare Red come una macchina: non sostituisce il glucometro o le microinfusioni di insulina».

© RIPRODUZIONE RISERVATA