Martedì 06 Maggio 2014

Giornata del fascino delle piante
Il 18 maggio tutti all’Orto Botanico

«Fascination of plants day». Si chiama così la giornata di botanica organizzata il 18 maggio negli Orti botanici di Bergamo, Bormio, Pavia e Villa Carlotta. Qui infatti si svolgeranno una serie di iniziative organizzate dalla Rete degli Orti botanici della Lombardia.

In sostanza il «Fascination of plants day» è una giornata dedicata alla celebrazione del fascino delle piante che si tiene ogni anno in tutto il mondo. Negli eventi in programma in Lombardia, e quindi anche a Bergamo, si parlerà di curiosità su semi e frutti, con la possibilità di fare visite guidate nei vari orti botanici.

Nello specifico all’Orto Lorenzo Rota alle ore 160 si terrà il laboratorio «Peperoncini, melanzane e altri insoliti frutti». Perchè: che cosa hanno in comune il peperoncino e le mele? E che dire di fragole, noci e fagioli? Un appuntamento per esplorare frutta e verdura dal punto di vista botanico e scoprire le curiosità di cibi che mangiamo quotidianamente.

La Rete degli Orti botanici della Lombardia nasce nel 2002 e si costituisce associazione nel 2009. Ha come scopo la tutela, la conoscenza, la promozione e la valorizzazione del patrimonio degli Orti botanici, della natura e dell’ambiente, con particolare attenzione alla conservazione delle piante. Cardini dell’associazione sono la promozione della cultura e della ricerca scientifica e il perseguimento di iniziative condivise per favorire la collaborazione con enti pubblici e privati in Italia e all’estero. La Rete degli Orti botanici della Lombardia comprende sette realtà tra giardini e orti botanici regionali. Ne fanno parte l’Orto botanico di Brera - Università degli Studi di Milano, l’Orto botanico dell’Università di Pavia, l’Orto botanico di Bergamo Lorenzo Rota, l’Orto botanico didattico sperimentale Cascina Rosa di Milano, il Giardino botanico alpino Rezia di Bormio (SO), il Parco botanico di Villa Carlotta di Tremezzina (CO) e il Giardino botanico sperimentale G.E. Ghirardi di Toscolano Maderno (BS).

© riproduzione riservata