Gorlago, Stefania aveva il polso fratturato Giallo su una fascetta da elettricista

Gorlago, Stefania aveva il polso fratturato
Giallo su una fascetta da elettricista

Stefania Crotti aveva il polso destro fratturato ed è stata trovata nel campo di Erbusco in posizione fetale con le mani davanti al petto. Il suo corpo probabilmente è stato abbandonato in posizione supina e si è spostato – per effetto del fuoco che fa rattrappire i tessuti – nel momento in cui è stato dato alle fiamme.

Sono gli ultimi dettagli che trapelano dall’autopsia sul corpo della mamma di Gorlago: era già emerso che aveva almeno 10 lesioni sul corpo, tra cui quattro fori sul cranio compatibili con un martello.

È giallo invece su un residuo trovato accanto al cadavere, una fascetta di plastica di quelle utilizzate dagli elettricisti per stringere i cavi e bloccarli. Stefania potrebbe essere stata legata quando è stata abbandonata nel campo? Gli inquirenti non si sbilanciano: troppo presto per dirlo, la fascetta potrebbe semplicemente essere stata raccolta da Chiara Alessandri, rea confessa dell’omicidio, nel momento in cui ha caricato il corpo di Stefania nel bagagliaio della sua Mercedes Classe B insieme a un piumone, una coperta e due accappatoi che aveva nel garage, il martello considerato l’arma del delitto e una pinza.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 29 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA