Giovedì 18 Agosto 2011

Una serra come riscaldamento:
un villaggio ecologico a Selvino

Ha anche un tetto verde di terriccio e piante il primo villaggio ecocompatibile che nasce a Selvino: si chiama CasAselvino ed è un centro residenziale ecologico progettato per ridurre al minimo l'impatto ambientale.

Il villaggio presenta 16 soluzioni di diversa metratura (tra i 50 e i 115 metri quadrati) all'avanguardia in tema di risparmio energetico: è il primo complesso abitativo ad aver ottenuto la certificazione energetica in Classe A secondo il protocollo Casa Clima.

Realizzate dalla bergamasca Ing srl, le residenze sono nate dopo una lunga ricerca nel campo delle rinnovabili e dell'ecocompatibile e sono state progettate per minimizzare le dispersioni termiche, massimizzando i guadagni solari. Per raggiungere questo scopo sono state utilizzate tecnologie costruttive e impiantistiche innovative, in grado di contenere i consumi energetici garantendo condizioni ideali per vivere in armonia con la natura.

Tra le tecniche costruttive impiegate, le case prevedono un involucro funzionante da filtro tra il clima interno e l'ambiente esterno a cui si aggiunge un tetto verde di terriccio e piante realizzato secondo le tecniche ormai consolidate nei Paesi scandinavi.

Come ulteriore isolamento, i serramenti sono realizzati in larice lamellare con triplo vetro e la dimensione delle finestre è stata studiata in base all'esposizione solare: a nord secondo il minimo normativo, a sud, invece, per massimizzare il guadagno solare.

Per garantire un maggior accumulo di calore anche durante i mesi invernali, la struttura termina con una serra addossata alla facciata sud: l'energia solare penetra al suo interno preriscaldando l'aria che viene immessa negli ambienti interni. Il sistema di ventilazione meccanica controllata garantisce la salubrità degli spazi interni attraverso il ricambio d'aria necessario per abbattere la circolazione della polvere.

Il sistema di riscaldamento delle abitazioni è garantito da un sistema radiante ad elementi scaldanti in fibra di carbonio e da un impianto fotovoltaico permette di soddisfare il fabbisogno di acqua calda sanitaria e di riscaldamento. A scaldare l'acqua contribuisce anche un boiler elettrico con resistenze in fibra di carbonio, che determina una riduzione del 40% rispetto al fabbisogno di energia richiesto da un sistema tradizionale a parità di temperatura raggiunta.

Domenica 21 agosto dalle 10 il villaggio ecologico sarà aperto a tutti i visitatori. Per ulteriori info: www.casaselvino.it

r.clemente

© riproduzione riservata