Lunedì 01 Settembre 2014

La circonvallazione è chiusa:

s’abbatte il ponte del Monterosso

Al ponte della circonvallazione i lavori sono iniziati per preparare la zona alla demolizione in programma martedì
(Foto by Beppe Bedolis)

La circonvallazione Plorzano di Bergamo - quella che passa sotto il ponte del Monterosso danneggiato lo scorso 7 febbraio da un camion che trasportava una scavatrice - è stata chiusa al traffico lunedì 1° settembre. Martedì verrà abbattuta la campata danneggiata.

Nella giornata di martedì sono già stati eseguiti i lavori che precedono la demolizione vera e propria, con la rimozione dell’asfalto che è appoggiato sopra alla campata da demolire. Al di sotto, per evitare di danneggiare troppo la carreggiata principale, è stata posata una gran quantità di sabbia, che fungerà da ammortizzatore.

Dopo la demolizione si dovrà procedere alla sistemazione dell’asfalto e delle barriere laterali lungo la carreggiata della circonvallazione, sotto il ponte: secondo il Comune tutti questi lavori costringeranno a tenere chiusa la circonvallazione fino a venerdì.

Il traffico in questi giorni continuerà comunque a scorrere in entrambe le direzioni, sfruttando gli svincoli: sia chi è diretto in Valle Brembana che chi proviene dalla valle dovrà uscire al Monterosso e imboccare nuovamente la circonvallazione una volta superato il rondò.

Prima dell’inizio delle scuole dunque l’incubo di chi viaggia in zona sarà finito. La delibera per la demolizione del ponte danneggiato a febbraio - aveva spiegato recentemente l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla - era stata approvata dalla Giunta comunale il 31 luglio per un importo di 65 mila euro. Nel corso del mese di agosto gli uffici comunali hanno predisposto gli inviti alla gara d’appalto.

A luglio l’assessore aveva spiegato che inizialmente i costi, compresa la ricostruzione che dovrebbe costare mezzo milione, saranno a carico del Comune, che dovrà poi procedere per vie legali contro i responsabili del danneggiamento. Rispondendo a una recente interpellanza non era però più entrato nel merito.

© riproduzione riservata