Orobica Pesca punta sulla gastronomia: nuovo filone con lo chef Francesco Gotti
Lo chef Francesco Gotti

Orobica Pesca punta sulla gastronomia: nuovo filone con lo chef Francesco Gotti

Orobica Pesca punta sulla gastronomia di qualità e, dopo aver inaugurato lo scorso luglio la nuova sede a Stezzano, lancia una nuova collaborazione con lo chef Francesco Gotti, che curerà direttamente lo sviluppo dei nuovi prodotti.

Orobica Pesca punta sulla gastronomia di qualità e, dopo aver inaugurato lo scorso luglio la nuova sede a Stezzano, lancia una nuova collaborazione con lo chef Francesco Gotti, che curerà direttamente lo sviluppo dei nuovi prodotti. Si tratta di uno reparto altamente tecnologico, operativo tra fine febbraio e i primi di marzo, con attrezzature e strumenti di ultima generazione nel quartier generale di Stezzano. Il mercato del pesce fresco ha fatto registrare una crescita a doppia cifra negli ultimi sei mesi, con un incremento di vendite nell’ordine del 20-25%. Due i target di riferimento: il settore retail e l’ingrosso destinato principalmente alla ristorazione. L’andamento delle vendite ha seguito quello della pandemia, con una crescita esponenziale del numero di clienti finali in particolare nel primo quadrimestre 2021, coinciso con la chiusura delle attività di somministrazione, che hanno recuperato il terreno perso da maggio a dicembre 2020.

«Abbiamo chiuso il 2021 in linea con i numeri pre-pandemia e con la nuova struttura di Stezzano siamo riusciti a far fronte alle nuove sfide del mercato – conferma Ottavio Duzioni, responsabile commerciale Orobica Pesca -. Tenuto conto delle numerose richieste da parte del settore horeca e delle nuove esigenze che ci giungono dai consumatori abbiamo affrontato questo nuovo investimento, con protagonista lo chef Francesco Gotti, valorizzando il prodotto finito e completando la nostra offerta». Una sfida anche per Francesco Gotti, per 18 anni chef executive del Bobadilla restaurant di Dalmine e responsabile tecnico operativo per la Nazionale Italiana Cuochi. «Ho colto un’importante opportunità e inizio con entusiasmo la collaborazione con Orobica Pesca - commenta Gotti -. Stiamo strutturando la cucina e il nuovo laboratorio di gastronomia, dotata di attrezzature e macchinari innovativi. L’obiettivo è proseguire sulla linea dell’eccellenza e dell’alta qualità dei prodotti offerti». Il 2022 si apre dunque nel segno della ripartenza «per continuare ad essere punto di riferimento del settore horeca italiano – conclude Franca Cacciolo, presidente di Orobica Pesca -. Dal 1965 affianchiamo i nostri clienti e oggi completiamo la nostra offerta con un reparto gastronomia innovativo».

Giorgio Lazzari


© RIPRODUZIONE RISERVATA